Home » Chi siamo

Un angolo di natura selvaggia a pochi passi dalla città

La Rete di Riserve Bondone occupa un'area disposta attorno al gruppo montuoso Bondone-Stivo, per un totale di oltre 1.100 ettari in cui sono presenti 7 Zone Speciali di Conservazione (ZSC) e comprende: Laghi e abisso di Lamar, Terlago, Stagni della Vela - Soprasasso, Dos Trento, Burrone di Ravina, Torbiera delle Viote, Tre cime Monte Bondone, Prà dall'Albi - Cei, e quattro riserve locali denominate Prada, Palù, Valle Scanderlotti e Casotte. La possibilità di gestire un vastissimo patrimonio ambientale ed ecologico di contorno alla città di Trento e alla valle dell'Adige, pone la grande sfida di integrare interessi assai diversi su queste aree. Tutela e valorizzazione di un patrimonio ancora ben conservato sono i cardini attorno a cui questa sfida si basa. La Rete è nata dall'allargamento dell'Accordo di Programma istitutivo ai comuni limitrofi alla precedente Rete di Riserve Bondone-Soprasasso, ricadente unicamente sul territorio comunale di Trento.
Gli obiettivi principali previsti per la Rete sono di:

  1. realizzare la gestione unitaria e coordinata delle aree protette presenti nella Rete;
  2. tutelare e per quanto possibile migliorare lo stato di conservazione delle aree protette presenti nella Rete, attuando modalità di conservazione attiva secondo quanto prescritto sia dalla legislazione provinciale e nazionale che dalle Direttive comunitarie in materia;
  3. realizzare le azioni sopra descritte nel rispetto sia delle tradizioni locali che delle attività economiche e sociali in essere.
foto della pagina
Loc. Dossa
(foto di Andrea Sgarbossa)
foto della pagina
Malga Albi
(foto di Andrea Sgarbossa)
foto della pagina
Malga Brigolina
(foto di Andrea Sgarbossa)
 
QR Code